Il PSR nel Veneto



Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è lo strumento di attuazione del Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale (FEASR) attraverso il quale la Regione del Veneto realizzerà nei prossimi sette anni gli interventi che orienteranno lo sviluppo del territorio regionale secondo le finalità delle politiche comunitarie e i fabbisogni del contesto regionale.

Beneficiari principali del PSR sono gli agricoltori, gli operatori del sistema agroalimentare e forestale, gli imprenditori e aspiranti imprenditori che operano nei territori rurali, sia in forma singola che associata, gli enti e le istituzioni pubbliche, i prestatori di servizi di formazione, di consulenza ed assistenza alle imprese, i partenariati locali.

Il contesto di riferimento PSR è quello di un territorio che conta poco meno di 5 milioni di abitanti e che si estende per una superficie di 18.399 kmq suddivisa in 579 comuni. Dal punto di vista economico, il Veneto è la terza regione in Italia per la produzione di ricchezza, dopo Lombardia e Lazio: il 9,4% del Prodotto Interno Lordo nazionale è realizzato in Veneto.

Il settore agricolo contribuisce per l’1,9% del PIL. Risulta sempre più integrato con il settore agroalimentare che sviluppa un valore di ricchezza analoga. Insieme al settore alimentare, l’agricoltura regionale partecipa al cosiddetto “sistema agroalimentare” particolarmente significativo sia in termini occupazionali che economici.
Ad alta potenzialità è il settore della pesca e dell’acquacoltura che rappresenta il 9% del Valore aggiunto della pesca e dell’acquacoltura nazionale.

La strategia del PSR orienta la scelta e la combinazione delle Misure alla luce dei risultati dell’analisi di contesto e dei fabbisogni individuati a livello regionale. L’analisi ha fornito un quadro aggiornato della situazione di riferimento individuando i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce che caratterizzano il sistema agricolo e rurale del Veneto. Il quadro dei fabbisogni di sviluppo rappresenta il fulcro del processo di programmazione poiché dopo aver recepito e sintetizzato le valutazioni operate attraverso l’analisi, determina la mappa dei riferimenti prioritari per la strategia e i relativi interventi.

Secondo una logica di sintesi e di contestualizzazione delle sei Priorità per lo sviluppo rurale dell’UE, il processo di pianificazione della Regione riconosce quattro Priorità di interesse strategico per il sistema veneto, cioè:
innovazione, competitività, sostenibilità e governance.

Clicca qui per richiedere una consulenza gratuita.

La strategia regionale definisce inoltre sette criteri orientativi che caratterizzano ed indirizzano il Programma e la sua attuazione: territorializzazione, integrazione, concentrazione, cooperazione, progettualità, sostenibilità ed efficacia gestionale, partenariato.
Tale impostazione ha consentito di delineare anche gli obiettivi specifici del PSR con esplicito riferimento alle diciotto Focus area in cui si articolano le Priorità dell’UE. Ciascuna di esse è stata quantificata con un valore obiettivo (target) che dovrà essere perseguito e raggiunto attraverso l’attuazione delle Misure del Programma.

In totale il PSR gestirà 1.184.320,501 euro, pari al 6,36% delle risorse nazionali. Il 43% dei fondi proverranno dall’Unione europea, il 40% dallo Stato italiano e il 17% dalla Regione.
Due i vincoli principali: almeno il 30% dovrà essere destinato ad Interventi di carattere ambientale e il 5% allo sviluppo locale delle aree rurali.

Per potenziare la competitività dell’agricoltura e aumentare la redditività delle aziende (Priorità 2) sono previsti 422 milioni di euro (poco meno del 36% dell’intero Programma). Le Priorità ambientali (Priorità 4 e 5) hanno a disposizione oltre 398 milioni di euro pari al 33,7% delle risorse finanziare complessive. Una quota significativa di risorse, oltre 123 milioni di euro, è inoltre assegnata alla Priorità 3 che riguarda le azioni volte alla promozione della filiera agroalimentare e alla gestione dei rischi in agricoltura.

Le Focus area costituiscono gli obiettivi specifici del Programma, così come definiti a livello europeo. Le Focus area attivate dal PSR sono complessivamente 17 e a ognuna di esse la Regione ha assegnato una dotazione finanziaria, oltre che un valore obiettivo (target) da raggiungere.
Le Misure che verranno attivate attraverso i bandi saranno strettamente collegate agli obiettivi specifici da raggiungere e alle risorse finanziarie destinate a ciascuna Focus area.

Le Misure comprendono una serie di Interventi che contribuiscono alla realizzazione di una o più delle Priorità dell’Unione europea in materia di sviluppo rurale. Con il PSR sono state attivate 13 Misure che nel loro insieme sono composte da 45 Tipo di interventi. Nella successiva tabella si riportano le risorse destinate ad ogni Misura.



In particolare siamo specializzati nelle seguenti Misure nella regione del Veneto:

3.2.1 - Informazione e promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari

4.2.1 - Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli